28 maggio 2018

Che cosa si intende per categoria d’uso del Gas? Come posso comunicare la variazione della categoria d’uso del Gas?

Ogni anno, entro il 31 luglio, l’impresa di distribuzione assegna a tutti i punti di riconsegna nel proprio ambito di competenza un profilo di prelievo standard, in funzione della categoria d’uso (Tabella 1), della classe di prelievo (Tabella 2) e della zona climatica (Tabella 3).

Di seguito le tabelle dettagliate contenenti rispettivamente le categorie d’uso del gas, le classi di prelievo e le zone climatiche:

Tabella 1- Categoria d’uso:
Codice Descrizione Componente termica
C1 Riscaldamento SI
C2 Cottura cibi e/o produzione di acqua calda sanitaria NO
C3 Riscaldamento + cottura cibi e/o produzione di acqua calda sanitaria SI
C4 Condizionamento NO
C5 Condizionamento + riscaldamento SI
T1 Tecnologico (artigianale-industriale) NO
T2 Tecnologico + riscaldamento SI

 

Tabella 2 – Classe di prelievo
Codice Giorni settimanali di prelievo
1 7 giorni
2 6 giorni (escluse Domeniche e festività nazionali)
3 5 giorni (esclusi Sabati, Domeniche e festività nazionali)

 

Per i PdR CIVILI, ovvero tutti i PdR che utilizzano il gas naturale per uno o più dei seguenti scopi: riscaldamento, cottura cibi, produzione di acqua calda sanitaria, condizionamento:

  • Se il consumo annuo è inferiore a 500 Smc è associata la categoria d’uso C2 (uso cottura cibi e/o produzione acqua calda sanitaria).
  • Se il consumo annuo è compreso tra 500 e 5.000 Smc è associata la categoria d’uso C3 (uso riscaldamento + cottura cibi e/o produzione acqua calda sanitaria).
  • Se il consumo annuo è superiore a 5.000 Smc è associata la categoria d’uso C1 (uso riscaldamento).
  • Se il PdR rientra invece nelle categorie C4 (uso condizionamento) o C5 (uso condizionamento + riscaldamento), il cliente finale è tenuto a presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai fini di richiedere l’applicazione del corretto profilo.
  • Se il PdR pur consumando più di 5.000 Smc/anno rientra nelle categorie C2 o C3 , il cliente finale è tenuto a presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai fini di richiedere l’applicazione del corretto profilo. Tale dichiarazione ha validità 2 anni e va quindi periodicamente rinnovata e inviata al proprio venditore che la farà pervenire al distributore.
  • Per i PdR con uso TECNOLOGICO, ovvero i punti di riconsegna della rete di distribuzione che utilizzano il gas nell’ambito di attività produttive industriali o artigianali, il distributore assegnerà di default la categoria d’uso T2 (uso tecnologico + riscaldamento) e la classe di prelievo 3 (5 giorni la settimana esclusi sabati, domeniche e festività nazionali).

L’Autorità ha stabilito che in taluni i casi i titolari dei PDR, possono attestare un utilizzo del gas diverso da quello loro assegnato attraverso l’invio di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà alla propria società di vendita (la notifica al Distributore avverrà per i PdR con uso TECNOLOGICO nel corso del mese di Giugno, per i PdR uso CIVILE nel corso del mese di Luglio di ogni anno).

E’ possibile scaricare il modulo della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da utilizzare per l’attestazione di quanto sopra nel seguente link: Assegnazione del profilo del prelievo standard; tale documento deve essere inviato a Europe Energy a mezzo di una delle seguenti modalità:

tramite consegna alla boutique Europe Energy più vicina

tramite posta elettronica all’indirizzo servizioclienti@europe-energy.it

tramite fax al numero 045 4645395